Come creare un buon blog e come monetizzarlo

creare un blog immagine tavolo, tazza e computer

Mi è sempre piaciuto utilizzare la tecnologia, specialmente quelle che riguardano internet. Però se una decina di anni fa mi avessi detto che avrei potuto mantenermi con un blog, è probabile che non ti avrei creduto.

Pensavo che i veri lavori erano altri e credevo ancora ad alcuni sogni “americani” che è meglio lasciar perdere.

Se sono qui le cose sono cambiate più che abbastanza e ora sono qui per spiegarti come puoi creare un blog di successo.

Pro e contro di avere un blog.

Scrive un blog può rivelarsi un lavoro molto gratificante (non solo dal lato economico). Però ha anche i suoi inconvenienti, lasciami spiegare a cosa potresti andare in contro.

 

I Pro
I Contro
  • Può farti guadagnare: Molti blogger al giorno d’oggi guadagno molto bene ma lavorano molto duro per farlo.
  • Lavoro flessibile: Almeno che la tematica del tuo blog non lo impedisca, puoi lavorare da dove preferisci (per esempio, se parli di commenti ai ristoranti 3 stelle michelin), puoi lavorare da qualsiasi parte e momento.
  • Sempre starai imparando di più: Durante questi anni ci siamo scontrati con molte tematiche come la SEO, l’email Marketing, marketing di contenuti, ecc… E abbiamo conosciuto anche persone interessanti del settore.
  • Sei il titolare di te stesso: Hai il controllo completo del tuo lavoro. In bene o in male decidi tu.
  • È gratificante: Aiutare le persone tramite il tuo blog a raggiungere dei risultati dà una certa soddisfazione personale, magari un’altro tipo di blog ti aiuta a mangiare meglio o Allenarti. È bello poter dare un proprio contributo.
  • Non tutti riescono: Tante persone mettono in evidenza i soldi che guadagnano con i loro blog, ma la verità è che non tutti hanno successo.
  • Può essere un lavoro un po solitario: Almeno che il tuo progetto cresca molto rapidamente, è probebile che tu lavori da solo, questo può farti sentire un pochino solo. Volendo puoi lavorare da un coworking per conoscere più persone.
  • Avrai bisogno di qualche conoscenza tecnica: Per fare un blog non serve avere uno studio in ingenieria ma alcune conoscenze tecniche si. Quindi ci vuole una buona predisposizione ad imparare cose nuove.
  • Lavorerai molte ore: È come avere la propria impresa, quindi all’inizio lavorerai molto duro e per molte ore.
  • Non è immediato: Ci vorrà almeno un anno per vedere i tuoi risultati con il tuo blog, quindi va preso come un progetto a lungo termine.

Per aiutarti a costruire il tuo blog abbiamo creato questa guida suddivisa in 8 passaggi.

Scegliere l’argomento del tuo Blog.

argomento del blog immagine apposita con scritta

Forse avrai già un idea per scegliere l’argomento del tuo blog. Magari sei un buon giocatore di Calcio o è possibile che tu sia un esperto di qualche tipo di alimentazione.

In quel caso, segui la tua ispirazione e scrivi sulle tue passioni o professione.

Può essere anche che tu non abbia chiara l’idea per iniziare con il tuo blog ma pensaci un po, prenditi del tempo, la scelta è importante.

In base a questa scelta condizionerai il tuo lavoro, quindi è una scelta importante.

1- Pianifica

Bello avere un sacco di idee e pensare come concretizzarle. Scrivi tutto su carta nei dettagli, ti aiuterà a farti un quadro più chiaro di quello che potresti fare.

Nota:  A me in genere funziona molto bene pensare dopo allenamento, una corsetta oppure una seduta in palestra. Mi aiuta a rilassarmi e far fluire le idee.

Inizia ponendoti delle domande semplici.

Credo che l’elenco qui sopra ti abbia aiutato a comprendere come iniziare a trovare la tua nicchia di mercato per il tuo blog. Vediamo con il secondo punto se riusciremo a prendere una decisione.

2- Ti appassiona la tematica?

Si lo so, vorresti fare il tuo blog e guadagnare subito un sacco di soldi e magari non ti interessa se dovrai scrivere su cose noioso come Carlo Magno (con tutto il rispetto verso chi la storia l’apprezza).

Ma non funziona così, bisogna far euna cosa alla volta e fatta bene. Il tuo blog dovrebbe parlare di un argomento che davvero ti piace e che in qualche modo non ti pesi troppo trattare.

Se vuoi che il tuo blog abbia successo, dovrai scrivere moltissimi articoli su una stessa tematica. Se non ti piace quello che fai, prima o poi lascerai e questo potrebbe farti perdere un sacco di ore di lavoro.

Un mio amico aveva una nicchia perfetta per il suo blog: Non te la dico. 😀 Però era perfetta perchè aveva pochissima concorrenza e un traffico relativamente alto. Però dopo poco tempo si era stufato perchè si era reso conto che la tematica trattata non gli piaceva davvero.

3- La tua nicchia è abbastanza grande?

Come puoi immaginare per monetizzare il tuo blog hai bisogno di traffico. Però potresti avere bisogno di più visitatori di quello che credi.

Facciamo un calcolo approssimativo:

Se questo calcolo fosse reale guadagneresti 200$ al mese il chè non è per niente male, ma non potrebbe mai farti cambiare vita, giusto?

Quindi per non rimanere su cifre irrisorie, circa 5000 visite al mese non ti basteranno, hai bisogno di averne molte di più. Ma per farlo avrai bisogno di sforzo costante nel tempo.

Fino a che non ci proverai, non avrai la sicurezza che quella nicchia da te scelta sia sufficientemente grande, però ci sono alcuni fattori che possono darti un’indicazione per comprendere se è il cammino corretto.

foto di una ricerca google di autonoleggio

Una nicchia piena di annunci pubblicitari

image16

Potresti anche provare a:

Alcuni consigli: Puoi anche combinare diverse nicchie in uno stesso blog (poi approfondiremo). Però non tutte le nicchie sono uguali, alcune sono più profittevoli di altre e di conseguenza anche molta più concorrenza.

4- Puoi monetizzare la tua nicchia?

Ci sono molti modi di poter guadagnare con il tuo blog (dopo ti darò più informazioni). Però come dicevamo, non tutte le nicchie di mercato sono uguali, alcune sono più profittevoli, valuta anche questi parametri:

foto di homepage di awin

image10

Se vedi che vengono venduti prodotti su internet, che le aziende mettono i loro annunci su google o esistono piani di affiliazione che andrebbero bene per la tua nicchia, significa che hai buone possibilità di monetizzare il tuo blog.

5- Studia i possibili competitor

Le nicchie con traffico molto alto e monetizzabile (elettronica, scommesse, prodotti finanziari ecc…) attirano un sacco di grandi aziende con molti soldi.

Quindi tu cerchi una nicchia che sia grande e che possa farti guadagnare ma sai anche che con certe imprese grandi non potrai competere, quindi valuta altre nicchie dove la concorrenza non sia esagerata.

Cerca di capire da subito chi sono i tuoi possibili competitor. Utilizza google per cercarli e segna i primi 5 o 10 che ritieni i competitor principali.

immagine di ricerca su ubersuggest della parola mac book pro

Ricerca su ubersuggest esempio di nicchia molto difficile.

competencia al crear un blog

Secondo l’analisi su Ubersuggest la nicchia Mac Book Pro ha una concorrenza molto alta.

Dovresti utilizzare il tuo buon senso es eliminare questa tematiche che hanno una concorrenza impossibile da raggiungere. Ecco alcuni parametri da tenere in considerazione:

  1. Osserva quanti blog forti ci sono già
  2. Guarda quanti articoli hanno
  3. Studia il loro livello qualitativo, se i loro articoli sono fatti bene o meno.
  4. Osserva la frequenza di pubblicazione
  5. Sono personal oppure sono grandi aziende?
  6. Utilizza programmi come moz, semrush, ahref oppure seozoom per capire quanto traffico possono avere, quanti backlinks da altre pagine e se sono siti ben ottimizzati.

6- Che tipo di “Angle” gli darai per differenziarti?

Il tuo Blog non può essere semplicemente uno in più, dovrai cercare di differenziarti dai tuoi competitor, specialmente se sei in un mercato molto competitivo.

Dovresti dare un perchè ai tuoi utenti e ai motori di ricerca interessarsi al tuo sito!

Personalmente, osservo che le maniere più abituali di dare un “Angle” differente sono le seguenti (puoi usarne più di una):

Come scegliere il nome del tuo nuovo Blog

Immagine di tastiera e titolo nome del blog

Adesso che abbiamo scelto una tematica per il tuo blog, dobbiamo dargli un bel nome! Secondo me è una scelta personale e non c’è nessuna ricetta per scegliere un buon nome per il tuo blog.

Comunque un paio di consigli e idee te le posso dare:

Siteground hosting

Bene, ora dovresti avere un nome in mente e se hai avuto l’illuminazione èr probabile che lo avrai scelto come nome definitivo. Vediamo come registrare un dominio.

Ci sono anche tool online per poter scegliere il nome del tuo blog come BustAName.

NB.: Ci sono persone che recuperano domini da portali come Expired Domains lo fanno pe rmotivi di SEO. Ma attenzione, non te lo consiglio, in quanto i domini potrebbero essere penalizzati, fallo solo se sai esattamente quello che stai facendo.

Dove iniziare con il tuo nuovo Blog

Il Blog, come sappiamo,  è una pagina web con una struttura concreta e ben pensata, è formato principalmente dai suoi post e pagine che nella migliora delle ipotesi trattano uno stessa tematica.

Quindi hai bisogno di una pagina web con il proprio blog.

Ci sono un’infinità di piattaforme che ti permettono di aver eil tuo blog gratuitamente e oltre a quelle che ti indicherò qui sotto ce ne sono molte altre. Queste sono le più consigliate.

WordPress prima di tutti, è il più potente.

Circa il 40% delle pagine web online sono fatte con WordPress è il migliore per quanto riguarda la gestione di contenuti. È una piattaforma Open Source interamente creata in PHP, è stata lanciata nel 2003 e orientata principalmente ai bloggers, secondo noi è la più affidabile e semplice da utilizzare. Non dovrai scrivere neanche una linea di codice e in poco tempo sarai abile ad usarla.

WordPress è completamente gratuito, l’unica cosa che dovrai pagare sarà l’hosting dove installarlo. Nella maggior parte dei casi la procedura è completamente guidata quindi non avrai praticamente nessuna difficoltà. Siteground è il miglior hosting sia per prestazione che come qualità prezzo.

Uno dei vantaggi di WordPress è che in pochi click puoi avere un sito bello e pronto per svolgere la sua funzione, poi ovviamente ci sono altri accorgimenti da tenere in considerazione quando si struttura un sito, ma di questo ne parleremo in altri articoli.

WordPress supporta ogni tipo di funzione, dalle categorie, le tags, immagini normali e di ultima generazione (grazie ad un plugin). I plugin sono funzionalità aggiuntive che puoi aggiungere e configurare in pochi click e ne trovi davvero un’infinità per qualsiasi tipo di funzione.

Quando scegli i plugin assicurati che abbiano tanti download e tante installazioni attive, oltre che un bella recensione. Elenchiamo i pro e i contro di wordpress:

image14

Pro
Contro
  • Molto Potente: WordPress è una soluzione avanzata e praticamente non ha limiti. Puoi modificare il suo sistema adattandolo alle tue necessità (per esempio connetterlo ad un database), anhe se per quest’ultimo esempio avrai bisogno di un esperto o richiedere l’aiuto di un programmatore.
  • Può essere economico: Visto che si tratta di open source, non dovrai pagare per il software di gestione, se utilizzi un hosting come Siteground, puoi avere il tuo blog con una spesa molto bassa annuale e prestazioni ottime (tenendo conto che non comprerai un tema premium o dei plugin premium).
  • Puoi spostare la tua pagina web facilmente: Se non sei contento del tuo hosting con wordpress è facile trasferire il sito per intero in pochi click, grazie a plugin gratuiti.
  • P?lugins Infiniti, per ogni necessità: WordPress ti permette di installare estensioni per nuove funzionalità sul tuo blog. Come per esempio plugins per la SEO come Yoast Seo.
  • Varietà di temi: Ci sono moltissimi temi disponibili non solo nella sezione di wordpress ma anche in portali come ThemeForest.
  • All’inizio può essere un pelo complicato da usare: È vero che puoi installare tutto in pochi click ed iniziare a fare i tuoi articoli in tempi da record. Però se vuoi modificare il design, o fare modifiche al tema avrai bisogno di mettere mani al codice.
  • Installazione e aggiornamenti: Bisogna installare WordPress in un server, non è molto complicato. Ma comunque richiederà del tempo, inoltre va aggiornato molto spesso, questo a volte può portare problemi. Va tenuto sott’occhio.
  • Non ha un supporto ufficiale: WordPress ha una comunità molto attiva e grande, ma non esiste un supporto ufficiale che può risolverti i problemi quando ce li hai. Se hai un problema devi armarti di buona lena e leggere un sacco di post, blog e forum per risolvere da solo. Sempre che non ti affidi ad un esperto.
  • Sicurezza: WordPress è Open Source e lo svantaggio di questo è che gli hacker lo usano per allenarsi. Quindi per evitare bisogna installare sicurezze aggiuntive e aggiornare spesso il sistema.

Se vuoi una mano con il tuo sito o blog su WordPress contattaci è uno servizi più economi della nostra agenzia, di sicuro non chiediamo 1000 euro per un sito in wordpress e neanche 500.

Weebly: Facile e flessibile.

Weebly è uno dei Builder web più popolari, infatti è sul mercato dal 2006.

Il suo editor per Blog è uno dei più flessibili che abbiamo testato. Per esempio, Ti lascia cambiare la grafica dei post singolarmente, come la barra lateral o a pagina intera. Inoltre ha buone funzionalità per i blog, canali RSS, categorie e possibilità di programmare le pubblicazioni. Vediamo la tabella dei pro e i contro qui sotto.

Pro
Contro
  • Facile da utilizzare: Secondo me è nella top3 degli editor web. Molto intuitivo per principianti visto che funziona con la tecnologia drag and drop.
  • Sistema flessibile: A differenza di altri editor web e dello stesso WordPress, Webly permette di aggiungere qualsiasi elemento ai post, come gallerie di immagini, form e mappe in maniera intuitiva.
  • Supporto specifico: Hanno supporto multilingua tramite email e tutorial per aiutare l’utente che potrà sfruttare al massimo la piattaforma.
  • Piano Gratuito: Se vuoi provarlo semplicemente prima di capire se fa al caso tuo ha un generoso piano gratuito.
  • Non è potente come WordPress: Weebly è pensato per principianti che non sanno programmare (e che non hanno intenzioni di imparare a farlo). Questo significa che non ti lascia fare cose come creare una directory e neanche connetterlo ad un database esterno.Questo potrebbe essere un peccato dal punto di vista di prestazioni, limita le possibilità di differenziarti da un altro blog.
  • Meno Temi per i blog: Weeblyha diversi temi che puoi utilizzare però le altre piattaforme come wordpress o Wix ne hanno molte di più.
  • Restrizioni riguardo la SEO: Anche se le funzioni SEO che ha Weebly non sono male, non sono così flessibili come quelle di WordPress. Per esempio Weebly ha solo pochei TAG di testo H1 e H2.

Riassumendo, Weebly  è una eccellente piattaform di blogging per principianti, soprattutto per quelli che non hanno bisogno di funzioni avanzate e vogliono avere il blog rapidamente attivo per iniziare a pubblicare.

Wix: Molto facile e bello.

Wix è, di granlunga, el’editor di siti web più popolare, con più di 100 milioni di utenti.

Anche se in realtà, il suo sistema di blogging secondo me non è efficace come quello di Weebly o WordPress; non è così flessibile e gli mancano abbastanza funzioni. Però ha un focus più sull’estetica della pagina che rende bellissimo da vedere il blog che vogliamo creare. È probabile che Wix sia la tua miglior opzione visto che è un editor molto “visuale”.

Pro
Contro
  • Facile da usare: Un eccellente editor per facilità d’uso, imparare ad utilizzare Wix sarà davvero semplice e ti prenderà poco tempo.
  • Temi Spettacolari: Secondo me sono i migliori a livello di grafica web. Inoltre offrono oltre 50 temi gratis per il blog.
  • Supporto dedicato: Per 24h su 24 potrai avere supporto dal team di Wix.
  • Applicazioni ottime: Come nel caso di WordPress, puoi aggiungere estensioni al tuo sito creato in Wix. Per esempio puoi organizzare eventi, avere pagine che possono vedere solo utenti registrati oppure gallerie avanzante ideali per fotografi o per chi vuole un immagine più accattivante. Si possono aggiungere molte funzionalità aggiuntive.
  • Piano gratuito: Wix ti lascia usare la sua piattaforma gratuitamente tutto il tempo che vuoi. Solo avrai bisogno utilizzare un piano a pagamento nel momento in cui vorrai usare un tuo dominio personalizzato.
  • Problemini per la SEO: Anche se la SEO di Wix va benissimo, ci sono alcune limitazioni che dovresti considerare (principalmente è il nome delle immagini la limitazione).
  • Prezzo: Se vuoi avere un Blog con Wix utilizzando il tuo dominio personalizzato e senza pubblicità ti può costare sui 8,50€ al mese.
  • Limitazioni tecniche: Anche se Wix Code ti aiuta ad avere funzioni avanzate di sviluppo come l’integrazione di API, potresti aver bisogno di quanlcosa di più consistentese la tua intenzione è creare un blog sofisticato, come una directory di pagine web.

Se vuoi creare un blog o sito che sia bellissimo da vedere e non ti interessano molto gli aspetti tecnici io ti consiglierei sicuramente Wix.

Prova Wix Gratis>>

Scelta del Tema

image6

I Themes, o Temi, definiscono la struttura e la grafica del tuo Blog. Chiaramente, Vorrai una buona grafica e che sia intuitivo.

Temi WordPress

Scegliere un Tema per WordPress può essere un po difficile, semplicemente perchè ce ne sono migliaia.

Come già detto, puoi utilizzare uno dei temi gratuiti WordPress che sono disponibili.

Però se cerchi qualcosa con un po più di stile, o vuoi avere un minimo di supporto, puoi comprare uno dei tanti temi Premium Disponibili su Theme Forest.

immagine di themeforest pagina iniziale sezione wordpress

image15

Quando devo scegliere un tema WordPress, di solito valuto questi parametri:

A me in genere non piacciono le grafiche eccessivamente complesse, preferisco semplicità e velocità. Moltre volte evito temi che hanno troppe funzionalità preferndo quelli che sono più basici.

Come dare visibilità al tuo blog e ricevere traffico.

scritta su foto come ricevere traffico

Non c’è una sola risposta a questa domanda. Ciò che posso dirti è che ci vorrà tempo e tanto lavoro. Soprattutto se si è da soli.

Potete raggiungere il successo con il vostro sito o blog ma dovete mettervi nell’ottica che ci vuole impegno e tempo.

La promozione del tuo blog dipenderà molto delle caratteristiche del tuo progetto (e da te). Qui sotto ti lascio alcune idee per aumentare il tuo traffico:

Come guadagnare con un Blog

guadagnare con il blog con scritta

ingresos del blog

Ovviamente l’obiettivo di un blog è quello di guadagnare, esistono diversi modi per farlo ed è meglio progettare all’inizio come farlo. Qui sotto ti elenco un po di metodi possibili.

Affittare o vendere spazi pubblicitari

Questo è un metodo tra i più vecchi ma ancora utilizzato, in genere lo usano riviste e giornali. Ogni giorno siamo tempestati da pubblicità e soprattutto sulle testate più popolari, quindi sicuramente sai di cosa parlo.

I tipi di annunci in genere vengono suddivisi in:

CPI (Cost per Impression): Ovvero costo per impressione, dove riceveresti guadagni ogni volta che viene visualizzato l’annuncio.

CPC (Cost per Click): Quando vieni remunerato ad ogni click sul banner di riferiemento.

CPA (Cost per Action): Quando vieni pagato nel momento in cui un utente esegue un’azione specifica. Potrebbe essere registrarsi ad una lista, come acquistare.

Se vuoi inserire annunci nel tuo sito web, dovresti avere un livello di traffico importante perchè ti risulti vantaggioso, siccome i guadagni sono generalmente bassi.

Per trovare persone interessate alla tua offerta di spazio pubblicitario dovresti affidarti a piattaforme come Adsense, Amazon o altre. (fai una ricerca ricarca google come: Programmi di affiliazione, oppure Programma di affiliazione).

Puoi anche provare a contattare direttamente le persone interessate ma per farlo dovresti avere una mole di traffico che possa risultargli interessante.

affiliazione su testate giornalistiche

image19

Nota: Io gli annunci li doserei, non sovraccaricare le pagine di annunci che danneggiano l’esperienza utente.

Marketing di Affiliazione (Affiliate Marketing).

Se hai in mente prodotti che possono essere utili per il tuo pubblico e che un utente potrebbe essere interessato a comprare potresti vendere prodotti di altri sul tuo blog in cambio di una commissione. Il programma di affiliazione tra i più gettonati è Amazon. È piuttosto semplice ed avendo una buona reputazione è tra i migliori. Ma ci sono grandissime aziende come Awin, Share a Sale o altre.

 

Vendita Online

Ci sono moltissime cose che potresti vendere online e risulta più semplice se il tuo blog tratta qualche tipo di hobby particolare o passione. Per esempio, se tratta di pesca, potresti inserire un negozio nel blog di quella nicchia.

Le tipologie di prodotto che puoi vendere sono svariati.

Prodotti digitali: Canzoni, disegni, Video.

Vendere servizi: Consulenze a seconda del tuo settore di riferimento.

Corsi: Se sei un esperto di settore puoi creare un corso e venderlo online.

Membership: Puoi chiedere una piccola cifra per accedere ai tuoi contenuti di qualità su un determinato argomento.

Ebook: Puoi creare il tuo libro e fare in modo di venderlo oppure di inserirlo gratis nel tuo blog per ottenere indirizzi email e creare la tua lista contatti.

Webinar ed eventi

Se la tua audience è abbastanza grande, puoi creare degli eventi a pagamento presenziali oppure online.

A seconda del tipo di pubblico ovviamente. Per esempio, come coltivare pomodori senza pesticidi. Potresti via webinar per esempio organizzare una vera e propria lezione a pagamento di un qualsiasi argomento.

Accetta donazioni

In alcuni casi anche le donazioni possono costituire un guadagnao del tuo blog. Potresti utilizzare paypal per riceverle. Ma credo che questo non sia il migliore dei sistemi, almeno che non è un sito con un tipo di causa sentita dal pubblico. Ma in quel caso meglio forse usare delle piattaforme adibite al crowdfounding.

Conclusioni

Abbiamo visto come creare un blog di successo e ci sono davvero molte informazioni importanti da tenere a mente. Abbiamo visto che non è facile ma è possibile con la giusta dedizione e mantenendo un’ottica rivolta all’apprendere ed applicare sempre.

Speriamo di averti aiutato con questo articolo a raggiungere il tuo obiettivo.

Se ti è piaciuto faccelo sapere nei commenti.

A presto! E buona fortuna.